Blog



Storia di una passione che diventa realtà

Storia di una passione che diventa realtà

 

Vi presentiamo Marco, un allievo del nostro corso Professionale, intervistato dall’Unione Sarda in merito alla sua passione per la sartoria.

La stilista Laura Congia, sua insegnante,  si è resa conto da subito del suo grande potenziale ed è certa che Marco riuscirà a fare tanta strada.

Ci auguriamo che il suo esempio possa essere d’aiuto a tanti giovani che desiderano intraprendere questa carriera.

 

Di seguito l’articolo completo:

LANUSEI. Studia per diventare sarto, aprirà una bottega in paese

Marco, trame di un sogno ricamato con ago e filo

Carta, matita e tessuti. Un ventunenne tra ago e filo. Marco Marongiu, di Lanusei, ultimo di tre fratelli, tesse le trame di sogno: diventare sarto. Una passione nata in tenera età, in casa, tra le braccia di nonna, a guardare le sue mani cucire. Anni di formazione teorica e pratica per acquisire i trucchi del mestiere. La sua scommessa sarà aprire una sartoria.
LA PASSIONE Lo dicono i suoi occhi scuri e decisi. Marco è un ragazzo d’altri tempi che ha scelto un lavoro che sta scomparendo. La passione diventerà una scelta di vita: «Ho sempre visto nonna cucire, anche se non lo faceva per professione». A 13 anni ha preso in mano la macchina da cucire ma ancora non sapeva cosa avrebbe fatto da grande. «Ho imparato da solo, per curiosità, provando e riprovando». Con le prime piccole creazioni sono arrivati i primi lavoretti per gli amici e la convinzione che il suo hobby sarebbe diventato un mestiere. «Così ho scelto di specializzarmi, convinto della necessità di crescere sempre più».
LA FORMAZIONE Determinato a scovare i segreti dell’arte tessile, dopo una selezione attitudinale, entra a far parte della Scuola di moda sartoriale della stilista Laura Congia, a Cagliari. Dopo la pratica con la riproduzione su commissione è stata la volta delle creazioni proprie: gonne, vestiti, pantaloni e tanto altro. La fantasia non può mancare. Tra le sue preferenze i vestiti da sera, eleganti abiti femminili e completi da uomo. Cresciuto nella patria dell’artigianato tessile, da italiano doc non può che mostrare interesse per la moda. Tuttavia lavorare per stilisti e grandi atelier non è il suo obiettivo.
IN FUTURO Con l’attestato in mano e l’esperienza maturata in bottega spera di poter aprire una sartoria, a Lanusei, suo paese natale. L’idea è di completare il percorso didattico per poi portare la sua competenza a casa sua, in Ogliastra. «Ho scelto di intraprendere questo percorso perché è una passione che ho sin da piccolo. È un mestiere che i giovani non vogliono più fare. Si sta perdendo, soprattutto nella nostra zona». La situazione economica poco favorevole non intacca la sua determinazione. In un mondo altamente competitivo in cui il prezzo della manodopera è spesso alto rispetto alle aspettative economiche dei clienti spiega come sia «necessario puntare sulla qualità del materiale, dei tessuti, e del lavoro manuale, impressionando i clienti con abiti su misura».
Lina Agus

L’Unione Sarda 06 Maggio 2018

 

 

CONTATTI
SCRIVICI

(leggi)

[recaptcha]